La Material Girl in concerto, arriva Madonna!

I capelli cotonati, i fuseaux colorati e le spalline… questi elementi non possono che farci ricordare i mitici anni ’80, ma per evocare la massima espressione di quel periodo, dobbiamo anche parlare dei cantanti pop più conosciuti in tutto il mondo, come Madonna e Michael Jackson.

Anche se tra i più cinici circola la voce che ora che Mickael Jackson ci ha lasciati nel 2009, non ci resta che andare a vedere Madonna in concerto prima che diventi troppo vecchia, non dobbiamo dimenticarci che  Mrs  Ciccone ha segnato la storia musicale dell’ultimo secolo, non solo con le sue canzoni, ma anche e soprattutto con le provocazioni e trasformazioni che la caratterizzano da sempre.

Nota a tutti la sua difficile storia familiare, figlia di un emigrante di origini italiane e di una donna canadese morta quando lei era ancora bambina, Madonna Louise Veronica Ciccone , classe ’52, è entrata nel Guinnes dei primati come cantante donna riuscita a vendere di più durante la sua carriera con i suoi 300 milioni di album venduti in tutto il mondo; non solo come cantante, Madonna è riuscita a stupirci anche come  cantautrice, regista, scrittrice, coreografa, produttrice discografica e attrice vincendo nel 1996 un Golden Globe come attrice protagonista nel film Evita.

Facendo un breve tuffo nel passato, è inutile dire che nel corso degli anni i suoi brani hanno sempre cavalcato la cresta dell’onda: nell’84 esce l’immortale singolo  “Like a Virgin”, seguito da “Material girl” con un video-tributo a  Marylin Monroe nell’interpretazione de “Gli uomini preferiscono le bionde” . Nell ’85 i singoli come “Papa don’t preach”, “Open your hearts” e “Isla Bonita “ impazzano in tutto il mondo. Segue nell’87 Who’s that girl e lo scandalo del video “Like a Prayer” nell’89. Tra i successi dei primi anni ’90 c’è “Vogue” , “Justify my love” e nel ’98 “Ray of Light” con cui vince 6 Video Music Awards a Los Angeles. A seguire nel corso del 2000  parecchi album-colonna sonora di alcuni film, come “Die another day” colonna sonora della nuova serie di film di James Bond.

Ancora al centro delle attenzioni e con un fisico degno di una ventenne, durante i suoi tour riesce a catalizzare l’attenzione di tutto il mondo con i suoi spettacoli degni di una pop star come lei: cambi di abito, ballerini, e imponenti scenografie fanno da cornice ai suoi spettacoli.

Arrivata quest’anno al suo nono tour mondiale , la Material Girl si fermarà in Italia con tre appuntamenti: martedì 12 giugno allo Stadio Olimpico di Roma, giovedì 14 a San Siro a Milano e il 16 giugno allo Stadio Artemio Franchi di Firenze. I biglietti, in vendita presso i rivenditori autorizzati, hanno costi variabili dai 54, ai 64 euro.

Tra i concerti da vedere quest’anno  è sicuramente da non perdere!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *