Islanda costa atlantica

Islanda – Reykjavik e tutte le attrazioni dell’isola di ghiaccio

Avete da sempre sognato i geyser dell’Islanda? Vediamo una panoramica sulle attrazioni che offre l’Isola del Ghiaccio, a cominciare dalla capitale.

La capitale islandese

Reykjavik è la capitale più settentrionale del mondo ed è diversa da qualsiasi altra città europea. Racchiude in sé il meglio dei due mondi: una società moderna e proiettata verso il futuro e un intimo rapporto con una natura incontaminata che emerge ad ogni angolo.

Pur concentrando metà della popolazione del paese, la città ha mantenuto pressochè inalterato l’aspetto che aveva secoli fa, quando fu battezzata “la baia del vapore”. Con le sue case dipinte a colori chiari e coperte di tetti rossi, verdi e blu, adagiate in fondo a un fiordo ai piedi dell’imponente Monte Esja, Reykjavik accoglie i viaggiatori con cordialità e semplicità: è una città ospitale, ricca di verde, dove la gente ama divertirsi.

Accanto alle infrastrutture di una moderna città europea, sorge l’interessante città vecchia, fulcro della città. E’ una zona rustica con parchi, laghi, mercati e musei, tra i quali segnaliamo il Museo Nazionale, che ospita oggetti di carattere sacro e popolare delle tradizioni norvegese e islandese.

Attrazioni turistiche

Gullfoss e Geysir sono le attrazioni turistiche più visitate dell’Islanda e si trovano, entrambe, nella parte centromeridionale dell’isola e fanno parte del “cerchio d’oro”, altro nome del parco nazionale Thingvellir.

Gullfoss  è una cascata a due livelli. Quando il sole splende (cosa piuttosto rara) si riesce a vedere l’arcobaleno. Il luogo doveva essere venduto a impresari internazionali per lo sfruttamento dell’energia idroelettrica, ma è poi stato comprato dal governo che ne ha fatto un monumento nazionale.

Immediatamente a est di Gullfoss si trova Geysir, la zona che ospita i migliori geyser del paese.

L’attrazione principale è il ‘Grande geysir’ che cominciò la sua attività nel XIV secolo per cessare all’inizio del XX secolo, dopo che migliaia di turisti avevano cercato di soffocarlo gettandovi dentro pietre e terra. Da ricordare, come curiosità, è che il termine geyser ha preso origine proprio da questa località di fenomeni geotermici.

Documenti necessari

Per visitare l’Islanda, che non è una nazione UE, è necessario il passaporto. Il periodo massimo di permanenza come turisti è di tre mesi.
Se s’intende noleggiare un’auto è richiesta, naturalmente, la patente di guida. Per guidare la propria vettura, si deve essere in possesso della Carta Verde.
Il modello E111 permette di avere assistenza sanitaria di base gratuita. Viene rilasciato gratuitamente dalla propria ASL.

Soldi

La valuta è la Corona Islandese (lkr). In Islanda quasi tutto viene importato, quindi i prezzi di cibo, pernottamento e trasporti sono elevati. L’Islanda è considerata meno cara solo del Giappone. C’è, però, la possibilità di risparmiare: dormendo negli ostelli della gioventù, sfruttando i pass per gli autobus e mangiando nei bar, oppure viaggiando in camper o in roulotte.
I travellers’ cheque in valuta straniera, gli assegni postali e le banconote possono essere cambiate in corone islandesi presso qualsiasi banca.
Le principali carte di credito sono accettate praticamente ovunque.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *