Estensione capelli

Extension capelli: i segreti delle chiome da star

Tutti i giorni attraverso la televisione, riviste e social network ci capitano davanti agli occhi star con chiome da far invidia: capelli che sembrano morbidissimi, voluminosi e lucenti.
Quello che vediamo è il risultato di tanta cura, prodotti costosi, un hair stylist personale ma quasi sempre c’è un trucco: le extension.
Capita spesso di notare in poco tempo che una star dai capelli corti si ritrovi con una chioma folta e lunga: giacché i miracoli non esistono, quasi sicuramente hanno fatto affidamento su una buona tecnica di allungamento.

La storia delle extension

Nei tempi antichi erano considerate un vero e proprio lusso che soltanto i più ricchi potevano concedersi: sembrerebbe nata in India la pratica di creare extension con capelli reali.
Una moda dalle radici molto antiche ma ancora molto attuale!

Per chi sono adatte le extension?

Chiunque voglia i capelli più lunghi o più voluminosi può ricorrere facilmente all’allungamento, scegliendo accuratamente il tipo di applicazione e la qualità stessa delle extension, in relazione con il prezzo.
Si tratta di una valida alternativa per chi non si sente a proprio agio con i capelli corti o desidera un cambio di look immediato.

Tipologie di extension

  • Extension in cheratina: la soluzione migliore (non a caso la più costosa) che garantisce un effetto naturale e la maggiore durata. SI tratta di applicazione di ciocche sui capelli utilizzando come collante una proteina naturale dei capelli che viene riscaldata, la cheratina.
    Le ciocche vengono dunque applicate attraverso questa pistola di cheratina alla radice dei capelli.
    La durata è di circa 6 mesi e l’unico svantaggio, oltre al costo, è che si tratta di una tecnica che soffoca e indebolisce i capelli, in quanto non sono ben ossigenati.
  • Extension micro ring: sono applicate alle radici dei capelli grazie a piccoli anelli.
    Si tratta di un metodo più rapido ed economico e sicuramente meno invasivo ma dalla durata inferiore perché con la ricrescita gli anellini tenderanno a scendere e farsi visibili. Basterà andare dal parrucchiere per farsi riaprire gli anelli e riposizionarli in alto!
  • Extension con clip: si tratta di un temporaneo allungamento grazie all’uso di ciocche mobili che si possono attaccare e rimuovere a proprio piacimento.
    Le flip-in extension sono le ideali per chi desidera un cambiamento per un’occasione in particolare.
    Questa metodica è più economica rispetto alle altre e anche più facile: basta scegliere una tonalità che ci stia bene e che non si discosti dal nostro colore naturale e applicarle nei punti giusti in modo che si possano confondere tra i capelli naturali.

Come curare le extension

Le extension sono molto costose e hanno bisogno di tanta cura. È necessario una hair routine anche per esse.

  1. Il primo passo fondamentale è spazzolarle con delicatezza, in modo da districarle e mantenerle fluide, facendo attenzione a non spezzarle
  2. Tenere a mente che anche il lavaggio incide sulla cura delle extension: lavare troppo spesso i capelli indebolisce l’attaccatura delle extension. Attenzione anche a non sfregare troppo la cute durante lo shampoo.
  3. Per quanto riguarda l’asciugatura, evitare sfregamenti bruschi con l’asciugamano: tamponare la chioma e procedere con delicatezza ad asciugarla.
    Phonare le extension richiede più tempo ed è necessaria una piega più meticolosa ma il risultato finale sarà garantito. Asciugare i capelli al naturale potrebbe evidenziare la differenza tra i vostri e quelli sintetici.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *